traduttore

martedì 24 maggio 2011

Aeroproject parte 7 (le Louvers)

Facendo seguito alla parte 4 del progetto Aeroproject dove concludevo spiegando che avevo da risolvere il problema delle Louvers, questo pomeriggio, ho dedicato una mezz'oretta per fare un modellino in cartone del cover e delle louvers: non tanto per diletto, quanto piuttosto per capire i problemi che incontrerò nella realizzazione.
Il problema del cover come avevo accennato è la scarsissima visibilità che si ha dietro: anche sovrapponendo al cristallo un foglio di plexiglass trasparente, avevo notato che le riflessioni che si generano fra le due superfici trasparenti rendevano davvero difficoltosa la visione, soprattutto durante il giorno.
Questioni estetiche mi hanno poi fatto sposare l'idea di un cover nero, quindi la soluzione aerodinamicamente accettabile sono le louvers: una serie di lamine orizzontali distanziate in modo da consentire la visibilità con ridotta creazione di vortici.
In passato sono state molto in voga nelle muscle car americane ed oggi possono fare al caso nostro.

Il modellino in cartone del cover di 20x11 cm circa, ricalca approssimativamente il master cover.
Su di esso ho praticato 5 fenditure equidistanti ricavando 6 lamine quindi distanziate usando ancora del cartone dove, ho intagliato dei denti con lo scopo di incastrarvi le lamine.


Il risultato di questo primo passo sembra accettabile; sicuramente il meccanismo definitivo non sarà quello utilizzato per questo modello e sicuramente ne impiegherò due: uno per lato delle fenditure così  da avere una struttura nell'insieme rigida e geometricamente equilibrata.

Una cosa è certa: la visibilità è salva.

6 commenti:

Lodovico ha detto...

Ti faccio i miei complimenti per il lavoro svolto fino a qui, per i vari studi e le realizzazioni.. Continua così!!
Blade

Fabrio ha detto...

Ti ringrazio, il supporto morale e' sempre gradito.

Lodovico ha detto...

Ti volevo chiedere se al posto delle louvers non hai pensato di usare qualcosa del genere sul plexiglass:

pellicola polarizzata

forse potrebbe risolvere i problemi dei riflessi

Fabrio ha detto...

Mica male come idea.
Si potrebbe mettere la pellicola sul plexyiglass lato interno, ossia sul lato che si affaccia al lunotto posteriore; o magari su ambo i lati.

Lodovico ha detto...

Personalmente le metterei solo sul plexiglass e su tutta la sua superficie, magari verso l'esterno così rimane più protetto.
Ci sarebbe pure da pensare se non fosse possibile utilizzare una semplice pellicola oscurante, che magari costa pure meno, ma sarebbe da controllare spesa resa e gusto.

Per la resa ottimale del motore magari puoi dare un occhio a davies craig (sito australiano).

Per prese d'aria ventilazione vano motore cerca invece naca air scoop e/o naca air duct (il termine correto dovrebbe essere il secondo, ma vedo che spesso citano pure il primo).

Non vedo l'ora di vedere la prossima evoluzione :D

Fabrio ha detto...

Ciao Lodovico. mi scuso intanto per l'aver lasciato trascorrere tanto tempo, ma al momento sono impegnato su un altro fronte. Come puoi immaginare mi sono fermato per un attimo nelle sperimentazioni, ma conto di riprendere al piu' presto.
Le tue sono tutte considerazioni molto interessanti.
Per la ventilazione del vano motore ho messo al vaglio varie tecnologie, ma la piu' efficiente che ho trovato anche se non di semplice applicabilita' e' l'effetto Meredith, guarda, a questo link http://www.lucapiancastelli.ing.unibo.it/Presentazione%20Morini.pdf puoi vederne uno studio.
Fantastico poi il sito di Craig Davises in particolar modo le pompe elettriche sulle quali ci faccio dei pensierini gia' da qualche tempo, certo, montarne una pur con tutti i sacrifici, puo' essere un lavoro davvero complesso, ma non si puo' mai dire.
grazie per le info, consigli ed il tuo entusiasmo.
Ma dimmi, anche tu sei un appassionato del genere?

ciao

f.